Erbology
7 ricette ayurvediche per nutrire i tuoi dosha

7 ricette ayurvediche per nutrire i tuoi dosha

Team ErbologyErbology

Stai pensando di esplorare il mondo del mangiare ayurvedico? Potrebbe essere più facile di quanto pensi. Molte ricette familiari che conosciamo e amiamo sono fatte secondo i principi ayurvedici. Ecco alcune delle nostre ricette ayurvediche preferite per iniziare.

June 17, 2022 3:49 pm

I principi del mangiare ayurvedico

‘Ayurveda’ è il nome della medicina tradizionale indiana. Il suo nome deriva da due parole sanscrite, ‘ayus’ e ‘veda’, e letteralmente si traduce come ‘la scienza della vita’.

Come suggerisce il nome, l’Ayurveda è un sistema di credenze onnicomprensivo che copre tutti gli aspetti della vita, dalla dieta alla personalità alle stagioni dell’anno.

A differenza della medicina occidentale, che mira a trattare malattie specifiche, l’Ayurveda si concentra sul mantenimento del nostro benessere generale. In sostanza, l’Ayurveda ci dice che non dovremmo aspettare di ammalarci; invece dovremmo fare costantemente uno sforzo per prenderci cura di noi stessi!

Questo è forse il motivo per cui il cibo e la dieta sono così importanti in Ayurveda. Dopotutto, il cibo che mangiamo ha un’enorme influenza sulla nostra salute.

Se sei nuovo nel mangiare ayurvedico, ti suggeriamo di andare al nostro articolo approfondito sull’argomento. Questo ti fornirà
le basi degli alimenti ayurvedici e del mangiare
.

Ti aiuterà anche a identificare il tuo dosha dominante o il tipo di corpo.

Ricordati di bilanciare il tuo dosha

In Ayurveda, tutta la materia è fatta di un piccolo numero di elementi. Questi elementi si combinano per creare dosha, o forze vitali essenziali. Questi sono chiamati Vata, Pitta e Kapha.

Tutto nel mondo è costituito da una combinazione di questi dosha e l’equilibrio è unico per ogni persona, oggetto o fenomeno.

Quindi, hai un equilibrio unico di dosha e scoprire quale dosha è dominante può aiutarti a raggiungere l’equilibrio con gli altri.

Potrebbe sembrare logico pensare che se il tuo dosha è Kapha, allora dovresti cercare e mangiare cibi Kapha, poiché “corrispondono” al tuo tipo di corpo.

Tuttavia sarebbe del tutto sbagliato!

Lo scopo del mangiare ayurvedico è quello di bilanciare i tuoi dosha. Quindi, se tendi verso il dosha Kapha, dovresti effettivamente mirare a mangiare più cibi Pitta e Vata per bilanciarti.

Un esempio facile è una persona con un dosha Pitta dominante. Queste persone tendono ad essere piuttosto focose. Pertanto, il consiglio per loro è di evitare cibi molto piccanti e concentrarsi invece sul raffreddamento e sulla calma dei cibi dai dosha Vata e Kapha.

Saggezza antica, mangiare moderno

L’Ayurveda esiste da migliaia di anni, quindi potresti essere perdonato per aver pensato che le ricette ayurvediche sarebbero piuttosto antiquate.

Tuttavia, molti piatti moderni comuni e popolari sono fatti secondo i principi ayurvedici – deliberatamente o meno!

Questo è forse perché l’Ayurveda pone molta enfasi su piatti sani e fatti in casa a base di piante e cibi integrali. Molti presentano spezie indiane classiche, ma altri si concentrano sul raffreddamento di alimenti come yogurt e latte.

Ora che lo menzioniamo, il mangiare ayurvedico include tradizionalmente un bel po ‘di latticini, riflettendo i modelli alimentari indiani. Tuttavia, va benissimo (e molto facile) rendere vegani i piatti ayurvedici. Basta sostituire il tuo latte o yogurt vegetale preferito.

In breve, mentre i cibi ayurvedici sono fatti con antichi principi in mente, molti di loro sono brillantemente adatti alla frenetica vita moderna.

Ecco sette delle nostre ricette ayurvediche preferite facili e non intimidatorie da preparare a casa.

 

benefici dell'olio di mandorle

1. Porridge

Sì, incredibilmente, il porridge è un ottimo esempio di piatto ayurvedico. È particolarmente buono per te se il tuo dosha dominante è Vata o Pitta. (1)

Il porridge è considerato un alimento pesante, dolce e appiccicoso.

Se il tuo dosha dominante è Kapha, dovresti avvicinarti al porridge con cautela poiché la tua tendenza naturale è verso cibi pesanti e confortanti. Puoi ancora godertelo con moderazione, ma evitalo nella stagione invernale che aggrava Il Kapha.

Come nella nostra ricetta, dovresti mangiare il tuo porridge con frutta cotta, piuttosto che fresca, se vuoi seguire i principi alimentari ayurvedici.

La nostra ricetta di porridge fa alcune aggiunte extra salutari, come le mandorle crude. Dal punto di vista di nutrizione moderna, le mandorle forniscono proteine, fibre e vitamina E alla vostra colazione.

Nel frattempo, l’Ayurveda ci dice che possono rendere il porridge più sostenuto per i tipi pitta che bruciano la loro energia per la colazione in un lampo. Possono anche aiutare a bilanciare i dosha Kapha. (2)

 

RICETTA PORRIDGE

 

latte dorato

2. Latte dorato

È probabile che se frequenti un caffè alla moda avrai visto il latte dorato sul menu ad un certo punto.

Golden milk (a volte chiamato anche latte alla curcuma) è semplicemente il nome occidentale per haldi doodh, una tradizionale combinazione ayurvedica di curcuma e latte. Certo, le moderne incarnazioni delle caffetterie spesso contengono alcuni ingredienti in più rispetto alla ricetta classica.


La curcuma
è una spezia incredibilmente importante in Ayurveda. Ha una storia favolosa, risalente a 4000 anni fa e guadagnandosi una menzione da Marco Polo. Al giorno d’oggi, una zona dell’India – Erode – produce così tanta curcuma che è diventata nota come la “città gialla”. (3)

Oltre ad essere una spezia culinaria, la curcuma è stata utilizzata per un numero straordinario di scopi medicinali tra cui aumentare l’energia, regolare le mestruazioni e alleviare i problemi digestivi e l’artrite. (3)

Il latte è un eccellente anupano o “veicolo” per la curcuma grazie al suo raffreddamento complementare e alle qualità dolci. Ancora una volta, l’equilibrio è la chiave!

Un consiglio per ottenere il massimo dal tuo latte dorato è quello di aggiungere un tocco di pepe nero, che contiene il componente bioattivo piperina. Gli studi hanno dimostrato che la piperina rende il composto bioattivo in curcuma, curcumina, fino al 2000% più biodisponibile negli esseri umani. (4)

 

RICETTA DEL LATTE DORATO

 

lenticchie rosse dahl

3. Dal

Quando pensiamo ai punti salienti della cucina indiana, molti di noi immagineranno immediatamente una ciotola calda e confortante di dal.

Questo classico piatto indiano a base di lenticchie vince punti da noi per essere delizioso, sano, abbondante e nutriente.

Tuttavia è anche altamente elogiato dai praticanti ayurvedici per la sua capacità di bilanciare tutti e tre i dosha.

Puoi anche combinarlo con il riso basmati per trasformarlo in kitchari, il cibo detergente numero uno dell’Ayurveda. Quindi, se ti senti pigro o hai esagerato in un lavoro o in un matrimonio, questa ricetta è una da avere a portata di mano.

Dosha a parte, dal è spettacolarmente buono per i nostri corpi. Le lenticchie forniscono fibre e proteine mentre le spezie forniscono antiossidanti e proprietà curative.

Quindi, se sei mai in dubbio su cosa mangiare per sostenere e nutrire il tuo corpo, rivolgiti a dal!

 

RICETTA DAL

Letture correlate

"L'Ayurveda è un sistema di credenze onnicomprensivo che copre tutti gli aspetti della vita, dalla dieta alla personalità alle stagioni dell'anno".

 

cracker di formaggio anacardi

4. Raita

Pittas infuocati e Vatas terrosi, preparati a essere fresco come un cetriolo con la nostra deliziosa ricetta raita.

Raita è un semplice tuffo a base di yogurt e cetriolo. Viene spesso servito insieme a curry piccanti per aiutarli a raffreddarli.

Abbiamo aggiunto sommacco, menta e aglio alla nostra raita per trasformarla in un gustoso tuffo per i nostri Cracker Biologici. (I nostri
cracker speziati indiani
sono un abbinamento perfetto per un pranzo leggero!)

Mentre in Occidente potremmo conoscere meglio la raita come un gustoso tuffo da raccogliere con i popadom, in Ayurveda la raita ha proprietà dolci e rinfrescanti. In altre parole, è perfetto per bilanciare i dosha Pitta e Vata.

Se sei un tipo Kapha, puoi comunque goderti la raita, ma sii consapevole di rimanere in equilibrio. Alcune persone raccomandano di aggiungere spezie come asafoetida e semi di senape per impedire alle disposizioni naturali di Kapha di diventare squilibrate.

 

RICETTA RAITA

 

bevanda ashhwagandha

5. Latte di ibisco con ashwagandha

È ora di un’altra ricetta per un drink! Questa volta stiamo usando una delle erbe ayurvediche più famose di tutte:
l’ashwagandha
.

Se non l’hai mai incontrato prima, l’ashwagandha è fatta dalla radice della pianta Withania somnifera . Proprio come la curcuma, ha una lunga storia di uso medicinale. Gli aderenti all’Ayurveda lo considerano un alimento riparatore che può aiutare con il sonno e la digestione. (5)

Come con la nostra bevanda alla curcuma sopra, l’ashwagandha ha bisogno dell’anupana o “veicolo” giusto per funzionare meglio nel corpo. Ancora una volta, il latte è la scelta migliore grazie alle sue proprietà dolci e rinfrescanti.

Mentre il modo tradizionale di prendere l’ashwagandha è semplicemente mescolato in un po ‘di latte caldo, ci piace aggiungere alcuni extra nel nostro latte lunare.

Un semplice tè preparato con petali di ibisco fornisce un bel colore rosato e aggiunge benefici propri alla nostra bevanda.

Sorseggia prima di andare a dormire per mandarti pacificamente sulla strada per la terra del cenno.

 

RICETTA ASHWAGANDHA LATTE

 

Budino di riso allo zafferano con prugne secche

6. Budino di riso allo zafferano

Esatto, il budino preferito dall’infanzia di tutti può essere fatto secondo i principi ayurvedici!

I tipi di Kapha possono già essere cauti in quanto la consistenza del budino di riso è in qualche modo simile alla farina d’avena. In effetti, il metodo tradizionale di fare il budino di riso (che comporta molto zucchero e ghee) sarebbe aggravante per Kaphas.

Fortunatamente, la nostra ricetta sostituisce il ghee con mezza tazza di latte di cocco e zucchero con due cucchiai di sciroppo d’agave, riducendo significativamente questi due fattori aggravanti.

Inoltre, lo zafferano è una spezia che bilancia Kapha, rendendo questa ricetta ayurvedica un’ottima opzione per tutti.

Ci piace usare il latte di cocco invece del latte qui, perché c’è qualcosa di delizioso ed esotico nel sapore del cocco insieme allo zafferano. Tuttavia, potresti anche usare latte di mandorle, avena o soia, se preferisci.

 

RICETTA BUDINO DI RISO

 

ricetta latte speziato

7. Latte lunare con amla o triphala

Per completare la nostra carrellata delle nostre ricette ayurvediche preferite, abbiamo il nostro latte di mandorla speziato. Caldo e confortante, puoi aggiungere la tua scelta di amla o triphala a seconda dei tuoi obiettivi di salute.


Amla
, chiamato anche amalaki o uva spina indiana, è un frutto tagliente che vanta incredibili proprietà
antiossidanti
. (6) Amiamo usarlo per la pelle luminosa.

Nel frattempo,
triphala
è una miscela ayurvedica di tre frutti: il già citato amla, più altri due frutti chiamati haritaki e bibhitaki.

Hanno tutti proprietà salutari a sé stanti, ma quando combinati creano un potente tonico. È particolarmente buono per la salute dell’intestino. (7)

Sia amla che triphala sono adattogeni, insieme a curcuma e ashwagandha. Puoi leggere di più su questa incredibile famiglia di erbe e funghi nel nostro articolo
tutto sugli adattogeni
.

 

RICETTA LATTE DI LUNA

Le nostre ricette ayurvediche preferite

Quindi, il gioco è fatto! Sette ricette facili e deliziose per aiutarti a introdurti al modo di mangiare ayurvedico.

Se sei nuovo all’Ayurveda, ti consigliamo vivamente di iniziare con una delle nostre ricette di bevande calde, come il nostro latte dorato o il latte di luna.

Non solo sono molto facili da fare, non ti richiederanno di apportare modifiche alle tue principali abitudini alimentari e puoi testare come puoi continuare a incorporare un po ‘di pensiero ayurvedico nella tua routine.

Se è la prima volta che provi gli adattogeni, dai un’occhiata ai nostri altri articoli su
cosa sono gli adattogeni
e quali adattogeni scegliere per una
buona notte di sonno
. Ricorda che dovrai prenderli ogni giorno per almeno alcune settimane per vedere i loro effetti medicinali e dovresti fare una pausa dopo 2-3 mesi di utilizzo per farti riposare il corpo.

Un’ultima nota: come accennato all’inizio di questo articolo, l’Ayurveda è molto più che cibo. Include tutto, dal tuo umore ai tuoi muscoli. Quindi perché non provare a incorporare alcune influenze ayurvediche nella tua vita quotidiana?

Che si tratti di partecipare a una lezione di yoga o semplicemente di prendersi più tempo per prendersi cura del proprio corpo e della propria anima, c’è molto da imparare da questa antica filosofia.

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup