Erbology
Amla benefici, usi ed effetti collaterali

Amla benefici, usi ed effetti collaterali

Team ErbologyErbology

Amla, o uva spina indiana, è immensamente importante nella medicina ayurvedica e ha anche attratto la ricerca moderna. Scopri i vantaggi di amla.

June 29, 2020 1:39 pm

Cos’è amla?

Amla (Phyllanthus emblica) è anche conosciuto come uva spina indiana. Proprio come le nostre uva spina inglesi, sono di colore verde brillante, ma un po ‘più grandi di quelle che potresti trovare in giardino. Hanno circa le dimensioni di una prugna.

Assicurati di non confonderli con l’uva spina del capo, che è un frutto completamente diverso (e cresce in una parte diversa del mondo).

Amla è il frutto medicinale più importante nella medicina tradizionale indiana. È anche il frutto più potente utilizzato per scopi anti-invecchiamento. In termini di sapore, possiamo guardare al suo nome per un suggerimento; una traduzione semplice della parola ‘amla’ è ‘aspro’!

Storicamente proveniva da alberi amalaki che crescevano spontaneamente, ma questi alberi sono ora coltivati in tutta l’India. I praticanti dell’Ayurveda credono che ogni parte dell’albero abbia proprietà curative; puoi consumare una polvere fatta dalle foglie e anche l’olio di amla è molto popolare.

 

vantaggi amla

Un frutto, tanti benefici

Il detto ayurvedico “Ek
amla
, anek faydey”, che significa “un frutto, molti benefici”, riassume il modo in cui l’amla è visto nella sua cultura di origine.

È anche indicato come “sarvadosha hara”, o “rimozione di tutte le malattie”.

Ma non è solo l’Ayurveda che fa uso di amla. Anche altre tradizioni di guarigione tra cui Sri Lanka, Unani, Siddha, medicina tibetana e cinese lo usano. Nel buddismo, è considerato sacro.

Ci sono alcune storie e celebrazioni davvero sorprendenti incentrate sull’amla, specialmente nella cultura indù. Qui, l’albero amalaki ospita nientemeno che Vishnu. La leggenda narra che, durante una lotta tra gli dei e i demoni, bolle di immortalità caddero a terra. Da loro è germogliato l’albero amalaki e il suo frutto contiene sorprendenti proprietà medicinali.

In alternativa, un’altra storia di origine narra che Brahma iniziò a versare lacrime mentre meditava, e l’albero germogliò dove caddero le sue lacrime. In entrambi i casi, pochi alberi possono vantare origini così impressionanti. Ha anche il suo giorno di festa!

Ma che dire dei giorni nostri? Diamo un’occhiata a ciò che gli scienziati hanno scoperto sull’amla e sui suoi poteri quasi magici.

Cosa fa amla per te e come?

Questi frutti amari e fortemente aromatizzati contengono una ricchezza di sostanze nutritive. Includono fibre, polifenoli, vitamina E, calcio, magnesio, ferro e altro ancora.

Preziose sostanze fitochimiche in amla includono quercetina, furosina, acido gallico e corilagina. Potrebbero essere queste sostanze fitochimiche che danno all’amla le sue decantate capacità di guarigione e profonde capacità protettive.

Per molto tempo la gente ha pensato che l’elevata quantità di acido ascorbico, o vitamina C, in amla fosse responsabile dei suoi benefici curativi. Tuttavia, recentemente c’è stata una certa discussione tra gli scienziati su questo e sulla natura degli antiossidanti estremamente potenti all’interno del frutto.

Parte della ragione di ciò è che il metodo ayurvedico tradizionale di preparazione dell’amla è quello di servirlo nel proprio succo. Di conseguenza, il contenuto di vitamina C e antiossidanti della miscela potrebbe essere superiore a quello che si trova nel frutto stesso. (1)

Come molte altre piante curative indigene che ora sono di maggiore interesse per gli scienziati e la medicina occidentale, ci deve essere ulteriori ricerche fatte su amla. Tuttavia, attualmente c’è abbastanza ricerca per darci alcune intuizioni interessanti, che approfondiremo di seguito.

“La pianta medicinale più importante”

Tuttavia, possiamo anche prendere ispirazione dalle autorità nel campo della salute che conoscono e comprendono amla. Manjeshwar Shrinath Baliga, PhD è un’autorità ampiamente pubblicata sulle piante medicinali. Insegna al Father Muller Medical College, in India, e ha questo da dire su amla:

“L’amla è la pianta medicinale più importante nel sistema tradizionale indiano di medicina. I suoi frutti possiedono molteplici benefici e sono di immensa utilità nella medicina popolare. Eppure questa bacca acida e gustosa, delle dimensioni di una prugna, è ancora in gran parte sconosciuta al di fuori del subcontinente indiano.

Questo sta iniziando a cambiare ora, ma c’è ancora molta strada da fare prima che la medicina occidentale e le persone occidentali incorporino pienamente l’amla. Ecco cosa sappiamo finora.

1. Amla è un potente antiossidante

Tutti gli antiossidanti ci aiutano a combattere i radicali liberi e a proteggerci dallo stress ossidativo, ma alcuni sono particolarmente speciali.

In uno studio che ha esaminato mille diversi estratti di erbe attraverso la tecnologia di spin degli elettroni all’avanguardia, amla è emerso come un chiaro leader.

Era una delle sole quattro erbe su mille che aveva sia attività di scavenging radicale superossido che resistenza al calore. (2) In altre parole, funziona come una vera supererba contro gli ossidanti.

Le sue capacità antiossidanti possono anche resistere al calore, il che significa che è resistente e facile da prendere.

Un ulteriore studio ha esaminato trenta piante utilizzate per trattare il diabete nella medicina tradizionale tailandese. Di questi trenta, l’amla aveva la più notevole forza antiossidante e il più grande contenuto di tannini e polifenoli. (3)

Letture correlate

 

"La tradizione ayurvedica utilizza il frutto amla per trattare l'infiammazione sia in modo preventivo che curativo."

2. Amla è antinfiammatorio

Quando sperimentiamo l’infiammazione, piccole molecole messaggere chiamate citochine pro-infiammatorie sono al lavoro passando segnali vitali. Sono anche coinvolti nel dolore patologico.

Uno studio del 2013 che esamina l’amla come antinfiammatorio e anticoagulante ha rilevato che l’estratto di frutta amla ha ridotto significativamente la presenza di citochine pro-infiammatorie. (2)

Un altro studio, pubblicato sull’International Journal of Inflammation, osserva anche che l’amla agisce sull’infiammazione “inibendo la sintesi, il rilascio o l’azione dei mediatori infiammatori”.

Questo secondo studio sottolinea che gli effetti dell’amla sull’infiammazione potrebbero essere confrontati con i farmaci anti-infiammatori standard. A differenza di amla, questi farmaci hanno spesso effetti collaterali negativi.

Inoltre, lo studio rileva che l’amla può essere efficace sia sull’infiammazione acuta che su quella cronica. In altre parole, funziona sia a breve che a lungo termine. (3)

L’infiammazione è una risposta standard e necessaria da parte del sistema immunitario. Tuttavia, a volte il corpo innesca erroneamente una risposta infiammatoria. L’infiammazione di questo tipo può portare a condizioni di salute molto gravi.

3. Amla beneficia i capelli e la pelle

Ricorda che dire: ‘ek

amla

, anek faydey, un frutto, molti benefici’? I benefici di Amla vanno dalla prevenzione dello stress ossidativo e la lotta contro l’infiammazione alla cura della nostra pelle e dei nostri capelli.

Uno studio ha osservato come quattro diversi oli a base di erbe hanno funzionato per la crescita dei capelli. I ricercatori hanno misurato quanto tempo ci è voluto perché i capelli iniziassero a crescere e quanti follicoli producessero peli in crescita. Amla ha ottenuto i risultati migliori: dal 7% all’8% della crescita è stata osservata in un periodo di 8-9 giorni.

Si pensa che i benefici di Amla per i tuoi capelli siano dovuti ai tannini, alla vitamina C e ai minerali che contiene. (4)

Quando si tratta della nostra pelle, gli antiossidanti naturali in amla proteggono le cellule speciali chiamate fibroblasti dermici. Queste cellule aiutano a creare tessuto connettivo tra gli strati della pelle.

Un altro studio ha scoperto che amla avvantaggia la crescita dei fibroblasti.

Lo studio ha anche scoperto che l’amla ha stimolato la crescita del procollagene, che aiuta con la produzione di collagene. Questa è la proteina che agisce come agente rimpolpante naturale nella pelle.

Lo studio ha scoperto che amla avvantaggia la pelle in modi complementari. Non solo riduce i danni alla pelle, ma aiuta anche a guarire i danni già presenti e ad abbellire. (5)

4. Amla beneficia della salute del fegato

Una delle caratteristiche più notevoli degli adattogeni è il modo in cui ci aiutano a ritrovare l’equilibrio in un’ampia varietà di modi.

Amla è un adattogeno e può essere in grado di aiutare a mantenere la salute del fegato in equilibrio.

Uno studio che esamina la salute del fegato per quanto riguarda il diabete ha scoperto che l’estratto di amla ha ridotto il danno ossidativo ai lipidi nel fegato. Accanto a questo, amla ha aumentato i parametri antiossidanti nei tessuti epatici interrotti. (6)

Le proprietà epatoprotettive generali (che proteggono il fegato) di amla sono state anche notate in una revisione del 2013. Ha osservato che l’amla potrebbe alleviare gli effetti tossici sul fegato da agenti ambientali, farmaci e molte altre fonti. (7)

5. Amla beneficia i livelli di colesterolo

Molte persone apprezzano i benefici di amla per il colesterolo. Questo risale al suo uso in Ayurveda, dove si pensava che avvantaggiasse i vasi sanguigni e il sistema circolatorio.

Gli scienziati moderni hanno trovato anche le capacità di abbattimento del colesterolo di amla degne di essere studiate.

Uno studio ha esaminato l’amla somministrato a uomini di età compresa tra 35 e 55 anni per un periodo di 28 giorni. I soggetti hanno mostrato una diminuzione del colesterolo, ma quel livello è tornato indietro entro poche settimane dall’interruzione dell’amla. (8)

In un altro studio, i ricercatori hanno dato sia agli uomini che alle donne amla. Ancora una volta, hanno notato una significativa riduzione del colesterolo, insieme a una riduzione della pressione sanguigna. (9)

Oltre alla sua capacità di combattere il colesterolo, l’amla è utile per il sistema circolatorio in altri modi. La vitamina C che contiene è essenziale per le funzioni enzimatiche, compresa la formazione dei vasi sanguigni. Nel frattempo, i suoi effetti antinfiammatori aiutano a proteggere anche la salute dei vasi sanguigni.

Letture correlate

Come procurarsi amla

Il frutto amla crudo, tradizionalmente mangiato con peperoncino rosso in polvere e sale in India, può essere difficile da reperire. Se metti le mani su alcuni, fai attenzione al retrogusto dolce. in Ayurveda, questo retrogusto è chiamato vipaka. È visto come un segno dei poteri curativi di amla.

Tuttavia, i negozi specializzati indiani hanno spesso amla congelato. Può anche essere disponibile amla essiccato.

Se stai cercando di usare l’olio di amla sui capelli e sulla pelle, tieni presente che è disponibile in varie concentrazioni. Uno studio ha rilevato che un olio di concentrazione del 7,5%, mescolato con acqua, è più efficace sui capelli. (13)

Infine, se acquisti polvere di amla, assicurati di acquistare prodotti biologici certificati da una fonte attendibile e verificata.

Molti piccoli agricoltori di amla in India stanno ora cercando la certificazione biologica per il loro amla. L’albero è naturalmente resistente ai parassiti e alle malattie, il che aiuta!

Ricorda: la “polvere di amla macinata” dovrebbe essere l’unico ingrediente sull’etichetta.

Come usare amla in cucina

La polvere di Amla non ha un sapore forte. Puoi usarlo in qualsiasi cosa, da frullati, zuppe, pasta, stufati, insalate e salse.

Amla è usato in tutto, dal daal ai sottaceti e chutney tradizionalmente. Il succo è talvolta addolcito con miele o ha aggiunto zenzero fresco.

Il modo classico per preparare l’amla però, è l’amla murabba, o amla conservata. Questo spesso presenta zucchero raffinato. Tuttavia, puoi anche conservarlo nel miele crudo (dai un’occhiata alla nostra ricetta qui sotto!).

C’è un ultimo studio di cui non possiamo fare a meno di parlarti – la prova, se mai ne avessi bisogno, che amla è una degna aggiunta alla tua dispensa! Gli scienziati hanno determinato attraverso test approfonditi che l’aggiunta di amla al gelato lo fa sciogliere a un ritmo più lento. Gelato più duraturo? Iscriviti! (14)

Letture correlate

 

cucina

Ricetta amla conservata

Ingredienti: Amla, zafferano, miele crudo.

In primo luogo, deseleed l’amla. Questo frutto può essere difficile da intasare, quindi potresti volerlo grattugiare. Potresti anche provare a toccare la parte superiore dell’amla con qualcosa di duro prima di aprirlo.

Tagliare l’amla a spicchi se non grattugiare. Quindi, distribuisci l’amla sul fondo dei barattoli di vetro ermetici che stai utilizzando. Assicurati di lasciare abbastanza spazio per saturare questi frutti in miele succulento!

Infine, sovrapponi zafferano e miele. Ripetere!

Non riempire fino all’orlo. Avvitare i coperchi. Conservare per una settimana prima del campionamento. Metti i barattoli, con un po ‘di garza sulle cime, al sole. Alcune persone usano anche il cardamomo nell’amla conservato.

Amla negli usi tradizionali

Amla è ‘dhatri’, o madre, in Ayurveda. Questo dà un’idea di quanto sia profondamente nutriente l’amla agli occhi dell’Ayurveda.

Golden Preserve, o chywanaprash, è un’importante marmellata tonica di elisir in Ayurveda. Questa sostanza tonificante e tonificante stimola il sistema immunitario. Amla è un ingrediente principale.

Golden Preserve è particolarmente favorevole al sistema riproduttivo, ai polmoni e ai tre dosha (forze del corpo).

Inoltre, l’amla è anche un ingrediente principale in un’altra importante preparazione ayurvedica, la triphala.

In Ayurveda, l’amla aiuta a trattare le condizioni autoimmuni e qualsiasi disturbo mirato al tessuto connettivo. È anche un lassativo delicato e nutura il cuore.

Amla effetti collaterali

Le formulazioni ayurvediche contenenti amla sono state collegate a danni al fegato. Non sappiamo se amla ha questo effetto da solo.

Chiunque abbia diabete o disturbi emorragici dovrebbe fare attenzione. Inoltre, chiunque sia sottoposto a intervento chirurgico entro due settimane non dovrebbe assumere amla. Poiché c’è ancora molto sconosciuto, le donne incinte e che allattano dovrebbero sbagliare sul lato della cautela e consumare solo come cibo piuttosto che in quantità medicinali.

Inoltre, l’amla ha anche causato un eccesso di acidità in alcune persone. Alcuni sperimentano costipazione. Come per tutti gli alimenti, anche i frutti miracolosi nati dalle lacrime di Brahma o dalle bolle di immortalità, la moderazione è meglio esercitata.

Riepilogo dei vantaggi Amla

Ecco i primi cinque benefici amla per la salute:

  • Antinfiammatorio
  • Potente antiossidante
  • Epatoprotettivo
  • Benefici capelli e pelle
  • Benefici livelli di colesterolo

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

  • References

    (1) Scartezzini et al, “Vitamin C Content and Antioxidant Activity of the Fruit and of the Ayurvedic Preparation of Emblica Officinalis Gaertn”, Journal of Ethnopharmacology, 2006.

    (2) Niwano et al, “Screening estensivo per estratti di erbe con potenti proprietà antiossidanti”, Journal of Clinical Biochemistry and Nutrition, 2011.

    (3) Kusirin et al, “Attività antiossidante … Piante medicinali tailandesi tradizionalmente utilizzate nei pazienti diabetici”, Journal of Medicinal Chemistry, 2009.

    (2) Rao et al, “Amla… L’estratto inibisce i fattori procoagulanti e pro-infiammatori indotti da lipopolisaccaridi in …”, British Journal of Nutrition, 2013.

    (3) Golecchha et al, “Effetto antinfiammatorio di Emblica officinalis in modelli di roditori di infiammazione acuta e cronica …”, International Journal of Inflammation, 2014.

    (4) Banerjee et al, “Preparazione, valutazione e attività stimolante della crescita dei capelli dell’olio per capelli a base di erbe”, Journal of Chemical and Pharmaceutical Research, 2009.

    (5) Fujii et al, “Amla… Promuove la produzione di procollagene…”, Journal of Ethnopharmacology, 2008.

    (6) Patel et al, “Studio sperimentale sull’effetto dell’estratto idroalcolico dei frutti di Emblica officinalis sull’omeostasi del glucosio e sui parametri metabolici”, Ayu, 2013.

    (7) Thilakchand et al, “Hepatoprotective Properties of the Indian Gooseberry…”, Food & Function, 2013.

    (8) Jacob et al, “Effetto di… Amla… sui livelli sierici di colesterolo negli uomini …”, European Journal of Clinical Nutrition, 1988.

    (9) Gopa et al, “A comparative clinical study of hypolipidemic efficacy of Amla…”.

    (10) Yang et al, “Pyrogallol Induces G2-M Arrest in Human Lung Cancer Cells and Inhibits Tumor Growth …”, Lung Cancer, 2009.

    (11) Khan et al, “Identificazione del pirogallolo come composto antiproliferativo presente in … Emblica Officinalis…”, International Journal of Oncology, 2002.

    (12) Jeena et al, “Effect of Emblica Officinalis, Phyllanthus Amarus and Picrorrhiza Kurroa…”, Cancer Letters, 1999.

    (13) Purwal et al, “Sviluppo e valutazione di formulazioni a base di erbe per la crescita dei capelli”, Journal of Chemistry, 2008.

    (14) Goraya, Rajpreet Kaur e Bajwa, Usha, “Enhancing the functional properties and…”, Journal of Food, Science and Technology, 2015.

    Crediti fotografici: Rajesh Balouria, Bishnu Sarangi, Edgar Castrejon, Chinh Le Duc

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup