Erbology
Benefici dei funghi Chaga

Benefici dei funghi Chaga

Team ErbologyErbology

Se fai una passeggiata nei boschi in luoghi come il Regno Unito, gli stati settentrionali degli Stati Uniti, la Russia e i paesi nordici, potresti avere la fortuna di imbatterti in un fungo chaga. Questo fungo speciale è la delizia dei raccoglitori e dei guaritori tradizionali. Esploriamo i benefici dei funghi chaga per la nostra salute.

June 17, 2022 3:50 pm

Cos’è il chaga?

Chaga è un fungo che cresce sulla corteccia degli alberi. In particolare, un raccoglitore speranzoso può trovarlo aggrappato alle betulle nei climi freddi. Il suo nome latino è Inonotus obliquus.

Questo fungo è così apprezzato che le persone in alcune parti del mondo lo chiamano “oro nero” o “diamante della foresta”. (1)

Anche se non ha la stessa bellezza naturale dei funghi medicinali come il reishi o la coda di tacchino, più che compensa il suo aspetto con i suoi benefici per la salute!

Chaga è stato un rimedio tradizionale per secoli, in particolare in aree come Sibera in Russia. (2) Gli scienziati dei giorni nostri sono anche molto interessati al chaga per le sue qualità medicinali.

Come individuare il chaga

Se sei un avido raccoglitore e sei abbastanza fortunato da vivere in climi dove fiorisce il chaga, potresti essere in grado di individuarne uno per te stesso.

In primo luogo, mirare alle betulle; questo è l’ospite preferito di chaga, anche se puoi anche avvistarlo su olmi o faggi.

Chaga sembra una protuberanza nera sulla corteccia dell’albero. Per l’occhio inesperto, sembra come qualsiasi altra radica dell’albero (una spirale piuttosto carina di corteccia insolitamente strutturata che l’albero cresce attraverso lo stress o altri fattori). Tuttavia, uno sguardo più attento rivelerà rapidamente se hai scoperto un po ‘di “oro nero” per te stesso.

L’esterno del fungo ha l’aspetto e il colore del carbone fragile. Tuttavia, se ci tagli dentro, troverai un interno dorato-arancio con la trama di un pezzo di sughero. (3)

Molte persone vanno regolarmente a caccia di chaga e la raccolta eccessiva può essere un problema. Allo stesso modo, se tagli in una radica di un albero alla ricerca di chaga, puoi anche danneggiare l’albero stesso, lasciandolo aperto alle infezioni.

Questo per non parlare dei rischi di andare a cercare funghi se non si ha molta esperienza. Alcuni funghi sono velenosi e possono farti molto male se li identifichi erroneamente. Meglio attenersi a un esperto o procurarsi il chaga in polvere da una fonte affidabile.

 

fungo medicinale chaga

Chaga nella medicina tradizionale

Gli esseri umani hanno usato il chaga per guarire e nutrirci per un tempo molto lungo. In effetti, Ippocrate lo incluse nel suo “Corpus Hippocratium”! Faceva infusi con chaga e li usava per lavare le ferite delle persone. (4)

La medicina dell’Europa orientale ha anche un posto speciale per il chaga, dove è stata utilizzata dal 12 ° secolo.

Tuttavia il popolo della Siberia deve essere tra i fan più grandi e fedeli di chaga. Usano chaga per un numero enorme di applicazioni. Questi includono l’uso come medicina antinfiammatoria, antiparassitaria, per problemi gastrointestinali e per malattie del fegato e del cuore. (4)

Che diavolo è uno ‘sclerozio’?

Se hai fatto ricerche su chaga, senza dubbio ti sarai imbattuto nel termine “sclerotium” (o il suo plurale, “sclerotia”). Per quelli di noi senza una conoscenza specialistica dei funghi, è utile spiegare a cosa si riferisce.

Quando pensiamo a un fungo “normale”, pensiamo alla forma che normalmente troviamo dal droghiere. Ha un gambo, coronato da un piccolo cappuccio semisferico.

Tuttavia, abbiamo leggermente confuso la nostra terminologia dei funghi nel corso degli anni!

Un fungo è costituito dalle seguenti parti:

  1. Il micelio: questi sono i viticci filiformi che agiscono un po ‘come le radici del fungo.
  2. Il corpo fruttifero: questo è il cappuccio del fungo. Tecnicamente parlando, questa è l’unica parte che possiamo correttamente chiamare un “fungo”!
  3. Le spore: si tratta di minuscole particelle presenti all’interno del corpo fruttifero. Vengono rilasciati attraverso pori o branchie e consentono al fungo di riprodursi.
  4. Metaboliti secondari: una volta raggiunta la maturità, i funghi producono questi speciali composti chimici. Gran parte dell’interesse per le proprietà medicinali dei funghi si concentra su questi.

A differenza di altri funghi, il chaga non produce un tappo. Quello che vedete sull’albero è in realtà una massa di miceli induriti, chiamati sclerozio. Piuttosto che chiamarlo un fungo, gli esperti si riferiscono a ciò che si può vedere sull’albero come un “conk”.

 

Chaga biologico

Benefici dei funghi Chaga

Quindi, cosa ha da dire la scienza moderna sui benefici per la salute del fungo chaga? Confermano la saggezza della medicina tradizionale siberiana?

Diamo un’occhiata alle proprietà del chaga che stanno attirando l’attenzione degli esperti oggi.

È importante dire che la ricerca sul chaga è ancora un campo abbastanza giovane, nonostante la sua lunga storia di uso tradizionale. Pertanto, alcuni degli studi disponibili sono stati condotti su topi piuttosto che sugli esseri umani.

Chaga è un potente antiossidante

I composti presenti nel chaga hanno la capacità di difendere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. (4)

Chaga contiene sia polisaccaridi speciali che sostanze chimiche chiamate fenoli che hanno un effetto
antiossidante
.

Gli estratti di chaga sembrano anche essere in grado di rallentare la produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS), un tipo di radicale libero, nelle cellule sane. Curiosamente, il contrario è vero nelle cellule tumorali, dove la quantità di ROS sembra aumentare. (4)

Grazie ai suoi potenti effetti antiossidanti, gli scienziati stanno studiando i composti del chaga come potenziali trattamenti per le condizioni neurodegenerative. Questi includono le malattie di Alzheimer e Parkinson.

Può rafforzare il sistema immunitario

Uno studio affascinante del 2005 ha esaminato la capacità del chaga di sostenere la nostra immunità. In esso, gli autori descrivono come, quando i pazienti sono sottoposti a chemioterapia o radioterapia per il cancro, il loro sistema immunitario è spesso esaurito.

Questo perché le due terapie causano danni alle cellule immunitarie esistenti. Ma possono anche danneggiare le cellule staminali nel midollo osseo che alla fine si trasformeranno in cellule immunitarie.

I pazienti che hanno un livello più elevato di cellule staminali rimanenti dopo il trattamento hanno maggiori probabilità di recuperare rapidamente. Pertanto è importante fare tutto il possibile per proteggerli durante il trattamento.

Lo studio ha scoperto che i topi trattati chimicamente che hanno consumato l’estratto di chaga hanno mostrato segni simili di salute del midollo osseo come topi sani. Allo stesso modo, hanno prodotto proteine più speciali (chiamate citochine) che stimolano il recupero delle cellule staminali a seguito di danni al midollo osseo. (5)

Mentre sono necessarie ulteriori ricerche, gli scienziati che hanno condotto lo studio pensano che il chaga potrebbe essere utile come modificatore di risposta biologica (in questo caso, un “protettore dell’immunità”) per le persone con sistema immunitario compromesso.

Inoltre, chaga contiene polisaccaridi speciali
chiamati beta-glucani che sono noti
per avere un effetto regolatore sul sistema immunitario. (6)

Letture correlate

 

Vantaggi di Chaga

"Diversi studi indicano che il chaga potrebbe essere in grado di combattere alcuni tipi di batteri, così come alcuni parassiti e forse anche virus". (4)

Chaga può essere antimicrobico

Ippocrate potrebbe essere stato su qualcosa quando ha usato l’estratto di chaga per lavare le ferite.

Diversi studi indicano che il chaga può essere in grado di combattere alcuni tipi di batteri, così come alcuni parassiti e forse anche virus. (4)

Uno studio ha scoperto che le sostanze del chaga erano in grado di inibire due ceppi di batteri chiamati Mycobacterium smegmatis e Francisella tularensis. (7)

Un’altra revisione della letteratura afferma che i composti chaga sembrano essere attivi contro virus come l’HIV, il virus Herpes Simplex e l’epatite C in vitro. Possono anche avere un effetto protettivo contro l’epatite C se applicati alle cellule prima dell’infezione. (4)

Mentre i risultati sono promettenti, provengono da test di laboratorio che sono stati fatti su vari campioni di tessuto non umano. Non sappiamo ancora se il chaga avrebbe lo stesso effetto negli esseri umani.

Colesterolo e salute cardiovascolare

Se stai osservando la salute del tuo cuore, saprai che alti livelli di colesterolo LDL “cattivo” possono metterti a rischio.

Gli studi hanno scoperto che il chaga può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo LDL, mentre aumenta i livelli di colesterolo HDL “buono”. (8) (9)

Questo può essere dovuto all’efficacia del chaga come antiossidante.

Ancora una volta, gli studi citati qui sono stati condotti sui topi. Sono necessari ulteriori studi per vedere se la stessa cosa accade negli esseri umani.

 

Ingredienti del tè Chaga

Regolazione della glicemia

Gran parte dell’interesse scientifico intorno al chaga ruota attorno al suo potenziale uso come trattamento per il diabete. Mentre siamo molto lontani dal sapere se il chaga può trattare efficacemente la malattia, alcuni studi hanno osservato alcuni effetti promettenti sui livelli di zucchero nel sangue.

Ad esempio, uno studio condotto su topi diabetici ha scoperto che i polisaccaridi del chaga avevano un effetto benefico. Ad esempio, potrebbero ridurre i loro livelli di zucchero nel sangue a digiuno, migliorare la loro tolleranza al glucosio e migliorare la loro insulino-resistenza rispetto al gruppo di controllo (di altri topi diabetici).

Gli autori hanno concluso che i polisaccaridi chaga possono essere un “candidato promettente” per il trattamento del diabete. (9)

Può aiutare con la resistenza

Un altro studio interessante ha scoperto che i topi che consumavano polisaccaridi chaga mostravano meno segni di affaticamento.

I topi sono stati sottoposti a un test di nuoto per trenta minuti. Dopo questo tempo, gli scienziati hanno misurato i livelli di urea e lattato nel sangue, nonché la quantità di glicogeno nel fegato e nei muscoli.

(Promemoria rapido: i nostri corpi producono urea e lattato come sottoprodotti dell’esercizio fisico. Nel frattempo, il glicogeno agisce come un deposito di glucosio che viene mantenuto nel fegato fino a quando non è necessario.)

Hanno scoperto che i topi che avevano consumato chaga erano in grado di nuotare più a lungo. Avevano anche livelli più bassi di lattato nel sangue e urea e maggiori quantità di glicogeno immagazzinato nel fegato e nei muscoli.

In breve, i topi che avevano consumato chaga hanno dimostrato una resistenza migliore rispetto ai loro coetanei. (10)

Naturalmente, sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se chaga potrebbe aiutare gli esseri umani allo stesso modo.

Salute dell’intestino e microbioma

Oltre a offrire una miriade di potenziali proprietà curative, il chaga può anche aiutarti a costruire un microbioma intestinale sano.

Un altro studio sui topi ha scoperto che i polisaccaridi chaga hanno causato cambiamenti ai batteri che vivono nell’intestino. Questi cambiamenti hanno dato loro un profilo del microbioma più sano nel complesso. (11)

Un altro studio ha rivelato un effetto simile per migliorare il microbioma nei topi con pancreatite cronica. (12)

Siamo solo all’inizio della comprensione di come la nostra salute intestinale influisce sul resto del nostro corpo. Tuttavia, basti dire che importanti legami tra salute intestinale e digestione,
salute mentale
e benessere generale sono già ampiamente accettati.

Allo stesso modo, sappiamo già che altri funghi medicinali come la coda di tacchino possono essere in grado di aiutare con la salute dell’intestino grazie ai loro effetti prebiotici.

 

Tè Chaga

Potenziali effetti rari sui reni

Se sei interessato a prendere chaga, è importante farti sapere che ci sono stati un paio di casi di effetti negativi sulla salute.

Molto raramente, chaga può avere un effetto negativo sui reni. Finora, sembra che ci siano stati due casi studiati in tutto il mondo. (14) (15)

Gli autori di uno studio affermano che il chaga può essere un fattore di rischio per la malattia renale cronica a causa della sua elevata quantità di ossalati.

Gli ossalati sono composti naturali presenti in una vasta gamma di alimenti tra cui fagioli, caffè, noci, arance e cioccolato. Se si consumano molti ossalati, si possono sviluppare calcoli renali. (13)

Chaga è molto ricco di ossalati, quindi se lo prendi in grandi quantità per un lungo periodo di tempo c’è un piccolo rischio di problemi ai reni.

Tuttavia, vale la pena notare che nei due casi segnalati, entrambi i pazienti avevano assunto chaga per un lungo periodo di tempo o in grandi dosi.

Si consiglia sempre di prendere chaga in un ciclo di non più di tre mesi. Dopo questo tempo, fai una pausa per permettere al tuo corpo di riposare. Non dovresti prendere chaga per più di tre cicli all’anno.

Chi dovrebbe essere cauto quando prende chaga?

Chaga ha potenti effetti sul corpo, quindi se hai una storia precedente di problemi renali può essere saggio evitarlo.

Allo stesso modo, le donne che sono incinte, che allattano o che cercano di concepire non dovrebbero assumere chaga. Questo è semplicemente perché non c’è abbastanza ricerca in questi gruppi per confermare la sua sicurezza.

Le persone che assumono farmaci da prescrizione dovrebbero parlare con il proprio medico prima di prendere chaga, in quanto può interagire con i farmaci nel sistema.

Dovrei provare il chaga o un altro fungo?

Ci sono una grande varietà di benefici per i funghi chaga, che lo rendono un ottimo tuttofare per sostenere il tuo benessere generale.

Come tutte le polveri della nostra gamma di funghi medicinali, la nostra
polvere di funghi Chaga organici
contiene beta-glucani, che aiutano a sostenere la tua immunità naturale.

Se sei interessato a saperne di più sui diversi tipi di funghi disponibili e sulle loro proprietà uniche, fai clic per
scaricare la nostra guida gratuita
ai funghi medicinali. Ti dirà tutto ciò che devi sapere!

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup