Erbology
Consigli veganuary 2020 con Lauren Lovatt

Consigli veganuary 2020 con Lauren Lovatt

Team ErbologyErbology

Stai diventando vegano questo Veganuary? Se stai pensando di provare una dieta a base vegetale, farai una scelta positiva per la tua salute e per l'ambiente. Tuttavia, rinunciare a carne e latticini può essere complicato a volte. Ecco perché abbiamo incontrato la talentuosa chef a base vegetale Lauren Lovatt per farle le domande più comuni che i nuovi vegani fanno quando effettuano la transizione.

June 16, 2022 3:40 pm

Motivi per diventare vegani

Lauren Lovatt è una chef a base vegetale con un pedigree fantastico. Ha lavorato come chef e insegnante di scuola di cucina in tutto il mondo, preparando deliziosi piatti con soli ingredienti a base vegetale. La sua ispirazione viene dal suo viaggio nel veganismo, che è stato provocato da problemi di salute.

“Sono diventata a base vegetale dopo un giro sulle montagne russe con la mia vita e la mia salute mentale”, dice Lauren. “Stavo finendo una laurea quinquennale in arte e fashion design. Mi sono appena reso conto che il cibo era sempre stata la mia passione e qualcosa che ero pronto a perseguire!’

Come per molte persone, Lauren ha scoperto i benefici di una dieta a base vegetale dopo essersi ammalata. “Mi sono reso conto che ero (e sono sempre stato) intollerante al glutine e ai latticini. Quando ho iniziato a migliorare da una serie di problemi di salute mentale, il mio corpo era molto debole. I cibi che stavo mangiando, come latticini e pane, mi stavano letteralmente buttando fuori la vita.

“Così, ho imparato di più sui cibi crudi e sugli ingredienti integrali e sulla cucina. Attraverso un sacco di tentativi ed errori, ho trovato un nuovo contratto di locazione di like concentrandomi su ingredienti di qualità. “

Ha deciso di fare il cambiamento nella sua vita personale, ma ha anche capito che era la strada giusta anche per la sua carriera.

“Non ho mai mangiato uova e stavo cercando di riqualificarmi come chef”, dice, ricordando le difficoltà di trovare la giusta portata. “I corsi tradizionali non mi ispiravano a quel tempo, ma il cibo e la vita a base vegetale lo erano davvero.”

Fortunatamente, Lauren alla fine è stata in grado di trovare un corso di cucina a base vegetale e ha iniziato a formarsi come chef vegano.

“Il futuro è a base vegetale”

Mentre ci muoviamo verso un futuro minacciato dai cambiamenti climatici e dalle malattie dello stile di vita come l’obesità e il diabete, il fascino di uno stile di vita a base vegetale sta diventando sempre più forte.

Per Lauren, fare il passaggio ha cambiato la vita, non solo per i benefici ambientali e per la salute, ma per l’improvvisa esplosione di creatività che le ha dato.

“Le piante hanno aperto un regno completamente nuovo di ingredienti e idee”, dice. “Cose come torte crude e piatti di verdure intere mi hanno davvero entusiasmato.

“Vivendo nelle Cotswolds all’epoca, ero sempre stato ispirato da Acorn Vegetarian (ora Oak) a Bath. Avevo visto cosa era possibile in termini di cibo a base vegetale. Quindi, ci sono andato, trovando lezioni e formazione che potessero portare questa passione per le piante al livello successivo.

“Ho poi avuto la possibilità di aprire Asparagasm. Era l’originale pop-up vegano di Londra e sta per diventare un sito permanente.

“Potevo vedere che il futuro era a base vegetale. Mi sono sentita trasformata, e più imparo, più sono spinta a condividere questa passione e a sostenere gli altri per accendere la loro passione per le piante!’

Quindi, se stai diventando vegano per Veganuary 2020, Lauren è in una posizione perfetta per rispondere a tutte le tue domande. Qui, le abbiamo posto alcune delle domande più comuni che le persone chiedono quando passano a una dieta a base vegetale.

 

Lauren Lovatt Cibo vegano

"Sostengo di andare il più biologico o 'vicino alla fonte' possibile con qualsiasi ingrediente."

“Come faccio a costruire un pasto vegano sano?”

I nuovi vegani spesso lottano per non essere più sicuri di quali componenti compongono un pasto sano. A scuola, ci viene spesso insegnato il “piatto perfetto”, composto da proteine (di solito dalla carne), carboidrati e verdure fresche. Ma è più difficile visualizzare il tuo piatto sano quando togli le fonti più conosciute di proteine.

Il consiglio di Lauren è quello di costruire un pasto in base a quanto ti senti soddisfatto quando lo mangi.

“La cosa fondamentale nella transizione è assicurarsi di essere soddisfatti sia nel sapore che nel corpo di ogni pasto”, dice. “È fondamentale avere cose che ti piacciono e che normalmente avresti. Dopotutto, così tanti piatti sono vegani di default e non ce ne rendiamo nemmeno conto!’

Inizia con una base di verdure e costruisci da lì. Ricorda di includere una fonte di proteine vegetali come fagioli, lenticchie, tofu, tempeh, ceci o quinoa.

“Optare per ingredienti interi piuttosto che prodotti trasformati”, consiglia Lauren. “Cerca di creare piatti colorati tra cui alcune verdure stagionali e sii curioso!”

“I sostituti della carne e dei latticini sono buoni?”

Se sei abituato a costruire un pasto intorno a proteine come pollo o manzo, potrebbe sembrare che il modo più semplice sia semplicemente sostituirlo con un sostituto della carne.

Ci sono un numero enorme di prodotti sul mercato che mirano a sostituire carne e latticini, come chick’n, tofurkey e formaggio vegano.

Mentre Lauren pensa che possano essere utili, attenersi rigidamente ai sostituti della carne significa limitare seriamente le opzioni. Inoltre, questi prodotti sono spesso pesantemente lavorati, il che limita quanto siano sani per te.

Se decidi di utilizzare sostituti della carne e dei latticini per aiutarti durante il periodo di adattamento, assicurati di scegliere prodotti di alta qualità.

“Non sono un grande fan dei sostituti, ma penso che ci siano alcune opzioni incredibili là fuori per coloro che sono nella fase di transizione”, afferma Lauren. “The Green Grill, Pure Filth e Chicken Dish sono tutti prodotti guidati da grandi persone a base vegetale che utilizzano ingredienti di buona qualità. Personalmente, adoro Tempeh dai ragazzi del Club Cultured”.

E se sei pronto ad ampliare i tuoi orizzonti, ci sono molte altre opzioni vegane che possono funzionare brillantemente al posto della carne. “Adoro esplorare l’uso dei funghi come l’elemento più ‘carnoso’ di qualsiasi piatto”, dice Lauren.

 

Lauren Lovatt piatti veganuary

“I vegani hanno bisogno di assumere integratori alimentari o assicurarsi di mangiare cibi particolari?”

“Ognuno è così unico quando si tratta di integratori, e non vengo da un background nutrizionale”, avverte Lauren. “Ma, attraverso la mia esperienza personale, ed essendo circondato da coloro che sono in transizione, è la chiave per mangiare ingredienti interi e di qualità.

“Fagioli, cereali integrali, grassi di qualità, noci e semi, verdure arcobaleno, frutta di stagione e, naturalmente, quelle verdure a foglia verde sono elementi che ogni giorno dovrebbe includere. Dare priorità al colore e, naturalmente, al sapore”.

È anche una buona idea guardare la provenienza del tuo cibo. Se stai passando a una dieta vegana per motivi di salute o per aiutare a proteggere l’ambiente, è particolarmente importante scegliere prodotti che non utilizzino pesticidi o sostanze chimiche. “Sostengo di andare il più biologico o ‘vicino alla fonte’ possibile con qualsiasi ingrediente!” Lauren conferma.

Molti nuovi vegani sono nervosi all’idea di perdere vitamine e minerali essenziali. Fortunatamente, però, tutto ciò di cui hai bisogno può provenire da una dieta vegana.

Alcune persone vegane sono più a rischio di sviluppare una carenza di vitamina B12, perché la fonte primaria di B12 nella dieta occidentale è carne e latticini. Tuttavia, è possibile ottenere la vitamina B12 attraverso altre fonti senza bisogno di prendere un supplemento.

Molti latti non caseari, cereali e lieviti alimentari sono fortificati con vitamina B12.

Se inizi a sentirti stanco o sotto il tempo, potresti voler guardare l’assunzione di vitamina B12.

“Dovrei andare ‘tacchino freddo’ su carne e latticini, o è meglio rilassarsi per un periodo di tempo?”

“Ancora una volta, ognuno è unico”, dice Lauren. “Sono diventato vegano dopo essere stato pescatario per alcuni mesi e mi sono sentito benissimo, ma non sono mai stato un grande mangiatore di carne. Penso che se ti sembra un enorme salto diventare vegano durante la notte, prova solo uno o due pasti al giorno.

E, una volta che sei riuscito a fare quel cambiamento, puoi iniziare a costruire sul tuo successo. “Se va bene, esplora lo scambio di piccole cose come il cioccolato da latte con il cioccolato vegano o il latte da latte per il latte vegetale. Lentamente, lentamente, ti innamorerai di queste opzioni.

“Quando pensiamo a tutti questi alimenti e opzioni solo come “alimenti” (che sono!), Piuttosto che un’alternativa a qualcos’altro, il processo è solo un processo di avventura e curiosità. Troverai sicuramente nuovi marchi e ingredienti che ami lungo la strada”.

 

Dessert Lauren Lovatt

“Avrò voglia di carne e latticini?”

Lauren è stata una delle fortunate – non ha quasi mai provato voglie!

“Per quanto mi riguarda, non mi sono guardato indietro. Ho avuto la fortuna di aprire un ristorante vegano nel momento in cui sono diventato vegano. Quindi, è stata una grande opportunità per saltare i piedi prima in qualcosa di cui ero enormemente entusiasta e appassionato. “

Tuttavia, sa che molti di noi potrebbero aver bisogno di un po ‘più di aiuto quando si tratta di apportare modifiche. Se ti ritrovi a perdere la tua vecchia dieta, Lauren consiglia di trovare modi per toglierti la pressione in cucina.

“Per la maggior parte delle persone, un ottimo consiglio è quello di avere tutto il necessario a portata di mano”, dice. “Non andare a fare shopping ogni cinque minuti alla ricerca di cose che puoi mangiare. Invece, riempi il frigorifero e gli armadi con cibi vegetali che ami, in modo che cucinare non debba essere un lavoro ingrato.

Vuoi fare un ulteriore passo avanti e togliere il duro lavoro dalla pianificazione dei pasti? “Puoi iscriverti a una scatola di verdure locali come Riverford, provare alcuni nuovi snack di Erbology e persino fare un abbonamento al gelato vegano da Beau’s!”

“E se cadessi dal carro?”

Fare un cambiamento improvviso nella dieta e nelle abitudini – che si tratti di un nuovo regime di esercizi, “Dry January” o Veganuary – può essere difficile. Se stai facendo un grande cambiamento, entra nel processo sapendo che potresti scivolare. E se lo fai, va bene!

La chiave è ricordare che soccombere a un desiderio per la tua vecchia dieta non cancella tutto il duro lavoro che hai già fatto. Se cadi dal carro, puoi scegliere di risalire.

“Non prenderlo troppo sul serio”, dice Lauren. “Siamo tutti umani e la vita accade. Non darti del filo da torcere e ricorda che abbiamo così tante possibilità ogni giorno di fare una scelta a base vegetale”.

“Qualche idea di ricetta facile che potresti condividere?”

‘Tantissimi!’ Lauren esclama. “Ho un corso completo di cucina a base vegetale tramite la mia Plant Academy.” La scuola di cucina di Lauren organizza lezioni approfondite su tutti gli aspetti del cibo a base vegetale.

“Questo gennaio, daremo il via a Plant One, il nostro corso autogestito. È composto da 12 moduli di fondamenti di alimenti vegetali, da scorte e salse alla cottura senza glutine, dessert e un’incredibile selezione di piatti a base vegetale.

Le restrizioni del coronavirus hanno significato che il corso ha dovuto spostarsi online, ma ci sono anche dei vantaggi. “È adattato dalla nostra esperienza di base sugli alimenti vegetali in loco”, spiega Lauren. È possibile completare i moduli per un anno intero.

“Con le menti leader del settore che ti insegnano tecniche, ricette e idee, questo corso è per chiunque cerchi di portare il proprio cibo a base vegetale al livello successivo. È una visione del futuro”, sorride Lauren. “Stiamo ispirando passione attraverso le piante.”

Se le tue abilità culinarie non si estendono così lontano, Lauren ha un’altra raccomandazione per soddisfare i tuoi golosi. Ha gentilmente donato la sua deliziosa ricetta per rosa, cardamomo e pasta frolla CBD.

“Questa pasta frolla è progettata per portare un momento di calma in ogni giorno. Fa parte della mia attenzione a ispirare una migliore salute mentale attraverso potenti ingredienti a base vegetale, ma anche attraverso l’atto di riunirmi per condividere il cibo o un momento di creatività.

 

Lauren Lovatt ricetta di pasta frolla

“Qual è la cosa migliore dell’essere vegani?”

Se stai lottando per rimanere motivato nel tuo viaggio verso una dieta a base vegetale, puoi guardare a chef innovativi come Lauren per l’ispirazione.

“Scegliere solo una cosa ‘migliore’ dell’essere vegani è difficile”, ride Lauren. “È iniziato con la creatività, il sapore e gli ingredienti. Ma ora, sono sempre più entusiasta dell’impatto che possiamo avere scegliendo di sostenere le verdure e ripensare il sistema alimentare.

“Per me, far parte della comunità di attivisti, imprenditori e chef è estremamente potente”.

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup