Erbology
Naturopatia vs omeopatia con Cliona Dillon

Naturopatia vs omeopatia con Cliona Dillon

Team ErbologyErbology

Nel mondo del benessere, termini come "omeopatia", "medicina alternativa" e "naturopatia" fanno un'apparizione regolare nelle informazioni che leggiamo. Tuttavia, è spesso difficile capire la differenza tra questi termini "simili ma diversi". Ci siamo seduti con la nutrizionista naturopata Cliona Dillon per parlare del suo percorso di benessere e di quale sia esattamente la differenza tra naturopatia e omeopatia.

June 06, 2022 9:05 pm

Potenziare attraverso la naturopatia

Se hai mai sognato di fuggire dalla città per una vita a contatto con la natura e il benessere, Cliona Dillon potrebbe essere la tua nuova ispirazione.

Nutrizionista naturopata del College of Naturopathic Medicine, Cliona vive nella contea di Galway, in Irlanda, con il suo fidanzato Aidan e il loro adorabile cane, Teddy.

E, quando non è fuori a camminare teddy attraverso le dolci colline e lungo le drammatiche scogliere della contea di Galway, sta aiutando gli altri a scoprire il proprio percorso verso il benessere.

“Come nutrizionista naturopata, autorizzo ed educo le persone a raggiungere il loro miglior stato fisico, mentale ed emotivo”, spiega. “È una carriera davvero gratificante, quando vedi la differenza che le persone possono fare nella propria vita quando si fanno carico della propria salute e del proprio benessere”.

Un’esperienza trasformativa

Crescere accanto a scaffali fiancheggiati da opere di nutrizionisti come il dottor Patrick Holford e l’erborista Alfred Vogel ha suscitato un interesse per la nutrizione e la naturopatia per Cliona. Tuttavia, come spesso accade, è stata l’esperienza personale che ha davvero alimentato le fiamme!

Dopo aver sofferto di eruzioni cutanee, deterioramento della vista e dolore agli occhi, Cliona aveva provato la via tradizionale del trattamento – creme steroidee e occhiali da vista – senza molti miglioramenti. Così, ha deciso di vedere se un nutrizionista naturopata poteva aiutare.

“Ho imparato così tanto su come funziona il corpo nel suo complesso e su come uno squilibrio in un sistema può influenzare più altri”, spiega. “Ad esempio, il mio protocollo si è concentrato molto sul mio fegato. Come organo primario della disintossicazione, qualsiasi debolezza può causare uno squilibrio in altre aree, come la pelle.

“Tuttavia, il mio terapeuta ha anche spiegato l’idea del meridiano del fegato, nella medicina tradizionale cinese. Ha una forte correlazione con gli occhi, quindi la messa a fuoco potrebbe anche portare a miglioramenti con la mia vista. Ho trovato tutto molto interessante.”

E i risultati parlavano da soli. Dopo sei settimane sul piano, Cliona stava notando una grande differenza. “Le mie eruzioni cutanee si sono completamente risolte, il mio dolore agli occhi si era risolto e non avevo più bisogno dei miei occhiali da vista. Ho pensato, devo saperne di più su questo! L’esperienza mi ha ispirato a formarmi come nutrizionista naturopata, una delle migliori decisioni che abbia mai preso”.

 

Cliona Dillon 3 ·

Naturopatia vs omeopatia

Quindi, cos’è esattamente la naturopatia, ed è la stessa dell’omeopatia? Non proprio, come spiega Cliona.

“La naturopatia è un sistema di assistenza sanitaria che incoraggia e promuove i meccanismi di auto-guarigione del corpo”, ci dice. “Può incorporare varie terapie diverse come nutrizione, digiuno, idroterapia, manipolazioni naturopatiche, fitoterapia, agopuntura, omeopatia e altri.

“D’altra parte, mentrel’omeopatia h si basa anche sul principio che il corpo ha la capacità di guarire se stesso, segue una serie specifica di principi.

“Principalmente, questi ruotano attorno alla “legge dei simili” o alla cura “come con simili”. Questo è la convinzione che una sostanza che causa un certo insieme di sintomi in una persona sana avrà un effetto curativo se somministrata a una persona malata che mostra sintomi simili.

Ad esempio, sappiamo tutti che tagliare una cipolla cruda fa pungere i nostri occhi e annaffiare. Da questo, il rimedio omeopatico Nasce Allium cepa . Derivato dalla cipolla comune, la teoria dice che a causa dei suoi effetti sui sani, potrebbe essere usato per trattare le persone che soffrono di febbre da fieno.

Quindi, l’omeopatia può essere una parte della naturopatia, ma la naturopatia comprende anche altre aree del
benessere olistico
.

Soppressione e ricerca della causa principale

Molti sistemi medici tradizionali, tra cui l’Ayurveda, si concentrano maggiormente sul trattamento del paziente come una persona unica e individuale, piuttosto che sul trattamento di un insieme riconoscibile di sintomi.

Per molti seguaci della
medicina olistica
, l’idea di bilanciare la preoccupazione per il benessere mentale e fisico fa parte dell’appello.

Cliona condivide l’idea che i nostri corpi sono sistemi che operano armoniosamente, fino a quando non sorge uno squilibrio. Quando ciò accade, è importante trattare l’intera persona.

“Una delle teorie dell’omeopatia che seguo come naturopata è la teoria della soppressione”, ci dice Cliona.

Questa teoria afferma che se cerchi di sopprimere i sintomi di malessere o squilibrio, il tuo corpo troverà un altro modo per esprimersi. “La continua soppressione dei sintomi può causare problemi più profondi. Questi sono più dannosi per le funzioni del corpo e la longevità.

“In naturopatia, ci sforziamo sempre di arrivare alla causa principale del problema fisico o emotivo di una persona. Penso che questa sia un’area in cui la medicina convenzionale a volte cade. I farmaci sono prescritti per curare i sintomi, ma stanno davvero affrontando la causa principale?”

In caso contrario, crede Cliona, il corpo troverà un altro modo per farti sapere che c’è uno squilibrio che devi affrontare. Fortunatamente, i nostri corpi hanno un’impressionante capacità di auto-guarigione, date le giuste circostanze.

Letture correlate

 

Ingredienti del fagiolo al peperoncino

"Se cerchi di sopprimere i sintomi di malessere o squilibrio, il tuo corpo troverà un altro modo per esprimersi".

Darci la migliore possibilità di auto-guarire

“Ho visto molti casi in cui il corpo, quando riceve il giusto supporto, ha una notevole capacità di guarire se stesso”, dice Cliona.

“Il fegato è particolarmente incredibile in quanto può rigenerarsi completamente anche dopo che fino al 90% di esso è stato rimosso. Anche giorni dopo aver smesso di fumare, i polmoni inizieranno a ripararsi e guarire”.

Che dire degli squilibri meno quantificabili, ad esempio se non abbiamo una malattia o uno stile di vita specifico da affrontare?

“I sintomi acuti possono anche essere manifestazioni dei meccanismi di auto-guarigione del corpo”, afferma Cliona. “Quando si cerca di combattere la malattia, il corpo può aumentare la temperatura per consentire al sistema immunitario di funzionare in modo più efficace. Oppure, può scatenare diarrea e vomito per eliminare le tossine.

“Ho visto in prima persona come le reazioni cutanee possono anche essere un segno del corpo che cerca di disintossicarsi e auto-guarire. In naturopatia, questo è chiamato il concetto “dentro-fuori”. È l’idea che, quando i principali organi responsabili della disintossicazione sono pigri, le tossine possono apparire altrove. Ad esempio, i sintomi sulla pelle possono essere un segno di uno squilibrio interno.

“Come naturopata, è importante sostenere i meccanismi di auto-guarigione del corpo. Vogliamo anche dare al corpo ciò di cui ha bisogno per riparare e rigenerarsi in modo più efficace. L’auto-guarigione può richiedere tempo, ma fidati dei processi naturali del tuo corpo.

Alimenti naturali per sostenere il tuo benessere

Come molti professionisti olistici, Cliona crede che non dovresti aspettare fino a quando non si presenta una malattia per iniziare a preoccuparti del tuo benessere. Piuttosto, prendersi cura di noi stessi dovrebbe essere una parte regolare e coerente della nostra vita. Questo è importante anche quando ci sentiamo bene.

A tal fine, Cliona ama usare una varietà di alimenti naturali che aggiunge alla sua routine quotidiana specificamente per sostenere il suo benessere generale.

“Uno dei miei prodotti naturali preferiti da utilizzare sono le microalghe, la clorella”, dice Cliona. “È una ricca fonte di proteine biodisponibili, acidi grassi essenziali, magnesio e vitamine del gruppo B, tra cui la B12.

“Questo è particolarmente importante se sei vegano o vegetariano. È anche coinvolto nella produzione di dopamina e serotonina. Questi influenzano il tuo umore, la motivazione e le sensazioni di benessere e felicità.

Cliona utilizza regolarmente anche l’adattogeno ayurvedico
ashwagandha
. “Terapeuticamente è antinfiammatorio, neuroprotettivo e ha proprietà di miglioramento della memoria. Mi piace aggiungerlo a un latte lunare prima di andare a letto. È un bel modo per rilassarsi la sera.”

Un altro prodotto semplice ed economico che Cliona ama sono i sali di Epsom. Questi sono ottimi per estrarre le tossine dal corpo, ridurre l’infiammazione e il dolore e aiutarti a rilassarti.

“Prova ad aggiungerli a un bagno caldo con un cucchiaio o una radice di zenzero per alleviare dolori e dolori. Oppure, aggiungi un paio di gocce di olio essenziale di lavanda per lo stress e l’ansia.

 

ashwagandha biologico

Funghi e micoterapia

Molti sistemi medici tradizionali fanno uso di funghi e funghi medicinali come parte delle loro terapie. È un’area a cui Cliona è particolarmente interessata a causa degli effetti immunomodulatori di molti funghi.

“Contengono una serie di composti terapeutici, come
beta-glucani
, lectine, steroli e triterpeni”, spiega. “Tutti influenzano il sistema immunitario, contribuendo a rafforzare la difesa fornita dalle cellule immunitarie come neutrofili e microfagi, che sono essenziali per aiutarci a proteggerci da batteri e virus patogeni”.

Con una tale pletora di funghi medicinali ora disponibili, abbiamo interrogato Cliona sui suoi preferiti.

Per la salute respiratoria, valuta molto
il cordyceps
: “ha mostrato particolari promesse nel ridurre l’infiammazione e migliorare la funzione respiratoria. È stato usato per secoli nella medicina tradizionale cinese come tonico per il polmone. Mi piace prenderlo al mattino in un tè caldo.”

Per la salute ormonale e lo stress, si rivolge al
reishi
. “Lo stress aumenta i livelli di un ormone chiamato cortisolo nel corpo. A lungo termine, può aumentare il rischio di malattie croniche. Tuttavia, reishi aiuta a bilanciare i livelli di cortisolo e adrenalina.

“La bellezza dei funghi medicinali è che lavorano con il tuo corpo, migliorando i tuoi meccanismi di difesa innati. Come la maggior parte dei prodotti naturali, è importante acquistare da una fonte affidabile che ponga l’accento sulla qualità e sulla sostenibilità”.

 

funghi energetici

Altri modi per prendersi cura del proprio benessere

Oltre al cibo che mangiamo, cos’altro possiamo fare per prenderci cura del nostro benessere? Cliona suggerisce di provare alcuni di questi suggerimenti nella tua routine quotidiana per aiutarti a sentirti calmo, contento e pronto per ciò che la vita ti getta addosso.

  1. Bagni nel bosco: Basato sulla pratica giapponese dello Shirinn-yoku, il bagno nella foresta ti incoraggia a fare una passeggiata nella natura per immergerti negli odori, nelle consistenze, nei sapori e nei panorami della foresta. Anche 20 minuti in uno spazio boschivo sono sufficienti per fare la differenza per i nostri corpi. “È stato dimostrato che il bagno nella foresta rafforza il nostro sistema immunitario grazie alle sostanze chimiche prodotte dalle piante forestali, che respiriamo. Aumentano i nostri globuli bianchi e gli effetti sul nostro sistema immunitario hanno dimostrato di durare fino a 30 giorni”.
  2. Tenere un diario della gratitudine: Scrivere un paio di cose al giorno per le quali sei grato aiuta a ripristinare l’equilibrio tra pensieri positivi e negativi. “Possiamo avere ovunque tra 12.000-50.000 pensieri al giorno, e oltre l’80% di essi può essere negativo”, afferma Cliona. “Trovo che tenere un diario della gratitudine riqualifichi il cervello per concentrarsi su tutte le cose positive che abbiamo nella nostra vita e migliora l’umore all’istante”.
  3. Respirazione diaframmatica profonda: Questa pratica di respirazione fornisce più ossigeno a tutte le parti del corpo, compreso il sistema digestivo. Come tale, è perfetto da provare prima di mangiare. “È un semplice processo di inalazione attraverso il naso per quattro secondi, sentendo l’addome espandersi. Quindi, trattenendo il respiro per due secondi e poi espirando lentamente e costantemente attraverso il naso per circa sei secondi. Per una pratica così semplice, i benefici sono fantastici.”

 

Bagni nella foresta

Dove saperne di più da Cliona

Se ti piace il suono dell’approccio di Cliona e vorresti saperne di più, assicurati di cercarla nel nuovo anno mentre sta lavorando a una serie di progetti entusiasmanti.

“Lavorerò con mia sorella a Londra con la sua azienda Leading Minds, che aiuta a sviluppare strategie di gestione dello stress e benessere per i dipendenti. Lavorerò anche al mio progetto, Intuition Nutrition, che si concentra sul legame tra la nostra salute digestiva e il sistema nervoso centrale”.

In alternativa puoi trovare Cliona su
LinkedIn
e
Instagram
dove è più che felice di rispondere a qualsiasi tua domanda.

Vorremmo ringraziare Cliona per aver chiacchierato con noi e augurarle tutto il meglio per tutti i suoi entusiasmanti progetti nel 2022!

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup