Erbology
Paleo è senza glutine? E altre domande paleo hanno risposto

Paleo è senza glutine? E altre domande paleo hanno risposto

Team ErbologyErbology

A metà degli anni 2010, una nuova mania della dieta è apparsa apparentemente dal nulla. La dieta "paleo" mira a ricreare la dieta dei nostri lontani antenati, ma è stata controversa anche quando la sua popolarità è salita alle stelle. In questo articolo risponderemo ad alcune delle tue principali domande sulla dieta paleo, incluso se è adatto se sei sensibile al glutine.

June 17, 2022 3:50 pm

Cos’è la dieta paleo?

La dieta paleo è un modo di mangiare che cerca di imitare la dieta dei nostri antenati paleolitici. Secondo i sostenitori della dieta, questo significa centrare la dieta intorno a cibi come carne, pesce, frutta, noci e semi. (1)

Nel frattempo, gli alimenti che sono diventati elementi di base molto tempo dopo questo periodo, come i prodotti a base di cereali, i latticini e gli alimenti trasformati, sono in gran parte fuori dal menu.

La teoria dice che il nostro corredo genetico non è cambiato in modo significativo dall’era paleolitica. I sostenitori della dieta sostengono che questo significa che dovremmo tornare ai modelli dietetici che gli esseri umani seguivano allora. In questo modo sperano di evitare le malattie dello stile di vita che sono diventate comuni nell’età moderna. Questi includono diabete e malattie cardiache.

 

ingredienti del frullato di cetriolo

Cosa puoi mangiare con la dieta paleo?

Il Paleolitico ha coperto un periodo di tempo molto lungo, da circa 2,5 milioni di anni fa a circa 10.000 anni fa. A questo punto abbiamo iniziato a usare strumenti di pietra (e alla fine a coltivare il nostro cibo). (2)

Gli scienziati e i fan della dieta non possono essere d’accordo su una singola “vera” dieta paleo, quindi c’è un po ‘di variazione in quali alimenti sono consentiti a seconda di dove si ottengono le informazioni.

Tuttavia, in generale, i seguenti alimenti sono accettabili quando si mangia una dieta paleo:

  • Carne
  • Pesce
  • Crostaceo
  • Uova
  • Frutta e verdura
  • Noci e semi

Puoi anche goderti una piccola quantità di miele.

I fan della dieta sostengono che questi tipi di cibo avrebbero fatto parte della dieta dei cacciatori-raccoglitori durante il periodo paleolitico. Come tali, fanno parte della dieta ottimale per il nostro corredo genetico.

Cosa non è permesso?

Tutti gli alimenti che sono entrati a far parte della nostra dieta dopo il Periodo Paleolitico sono generalmente un “no-no”. Se, come la maggior parte di noi, la tua conoscenza della storia agricola è un po ‘scarsa, è una buona regola empirica evitare i seguenti alimenti:

  • Eventuali grani
  • Cereali
  • Caseificio
  • Legumi come lenticchie e fagioli
  • Alcool
  • Caffè
  • Qualsiasi alimento trasformato, compresi gli oli vegetali raffinati

Questo perché questi alimenti comportano l’uso di metodi agricoli per crescere (cereali, cereali) o prendersi cura di (latticini). Non erano disponibili durante il periodo paleolitico e, come tali, non sono ammessi nella dieta paleo.

Paleo è senza glutine?

Sì, la dieta paleo è
priva di glutine
. Questo è un effetto collaterale della rimozione di tutti i cereali e cereali dalla vostra dieta.

Tuttavia, non tutte le diete prive di glutine sono paleo. Se sei sensibile al glutine e hai bisogno di escluderlo, puoi farlo rimuovendo i cereali contenenti glutine dalla tua dieta. Questi includono grano, segale e orzo.

Se la tua unica preoccupazione è eliminare il glutine, non è necessario seguire la dieta paleo completa.

La dieta paleo ha molte più restrizioni rispetto a una dieta standard priva di glutine. Esclude gli alimenti sulla base del fatto che i nostri antenati cacciatori-raccoglitori li mangiassero, piuttosto che sul loro contenuto nutrizionale.

 

ingredienti della ricetta del falafel

La dieta paleo funziona?

Come accennato in precedenza, l’idea alla base della dieta è che mangiando la dieta ottimale per il nostro corredo genetico, possiamo evitare le malattie dello stile di vita “moderno”.

Ma la dieta paleo ha effettivamente qualche effetto sul nostro rischio di queste malattie?

A quanto pare, la giuria è fuori su questo.

Prendiamo, ad esempio, due importanti malattie dello stile di vita che sono sempre più comuni in Occidente: il diabete e le malattie cardiache.

Uno studio incontrollato sugli aborigeni nel nord-ovest dell’Australia con diabete di tipo 2 ha dimostrato che seguire uno “stile di vita da cacciatore” per sette settimane ha comportato una perdita di peso del 10% e una riduzione dei livelli di glucosio nel sangue. (2)

Un altro ha confrontato gruppi con diabete o malattie cardiache seguendo una
dieta mediterranea
(che includeva cereali e latticini a basso contenuto di grassi insieme a articoli paleo-friendly come verdure e noci) e una dieta paleo. Lo studio ha rilevato che entrambe le diete hanno migliorato la tolleranza al glucosio, ma il miglioramento è stato molto maggiore nel gruppo paleo. (2)

Un altro studio ha esaminato un piccolo gruppo di “soggetti sedentari” non obesi (cioè persone che non conducevano uno stile di vita attivo). Ha scoperto che la dieta paleo ha contribuito a ridurre la pressione sanguigna, la loro capacità di elaborare il glucosio e altri marcatori di buona salute cardiovascolare. (2)

Finora, tutto sembra roseo. Quindi, quali sono le controversie che circondano la dieta?

Letture correlate

 

ingredienti per risotto alla zucca

"La dieta paleo è priva di glutine. Questo è un effetto collaterale della rimozione di tutti i cereali e cereali dalla vostra dieta.

Quasi tutto è meglio di una dieta occidentale

Uno dei principali problemi con la ricerca sulla dieta paleo è che spesso viene confrontato con una dieta occidentale. Di solito questo tipo di dieta è ricca di alimenti trasformati, cereali raffinati e grassi saturi, grazie all’elevato consumo di carne.

In sostanza, se si parte dalla linea di base di una dieta occidentale, qualsiasi modello dietetico che riduce i prodotti malsani di cui sopra e introduce più frutta, verdura e alimenti non trasformati è probabile che sostenga una salute migliore.

Questo potrebbe andare in qualche modo a spiegare i risultati positivi di cui sopra.

Lo studio che confronta una dieta mediterranea e una dieta paleo sembra molto convincente a prima vista, ma la dimensione del campione era molto piccola (29 persone in totale).

Una scheda informativa rilasciata dall’Università della California ha rilevato che vi è una mancanza di prove scientifiche a sostegno di molte delle indicazioni sulla salute fatte dai sostenitori della dieta paleo. (3)

Siamo davvero geneticamente disposti a una dieta paleo?

Gli scienziati sembrano concordare sul fatto che le malattie dello stile di vita come le malattie cardiovascolari e il diabete sono legate a una cattiva alimentazione.

L’obesità è un fattore di rischio chiave per condizioni come queste. Molti credono che una dieta occidentale piena di cibi grassi e zuccherati sia direttamente correlata al drammatico aumento dell’obesità che abbiamo visto negli ultimi decenni. (4)

Ora mangiamo anche molti alimenti trasformati industrialmente (spesso chiamati “alimenti ultra trasformati” nella letteratura scientifica) che sono anche associati a esiti avversi per la salute. L’elevato consumo di alimenti ultra trasformati è stato collegato a un rischio più elevato di cancro, malattia coronarica e mortalità complessiva. (5)

Pertanto, è abbastanza probabile che la dieta occidentale non sia ottimale per la nostra buona salute.

Tuttavia, ciò non significa necessariamente che la dieta paleo lo sia. Mentre incoraggia abitudini sane come concentrare la dieta più su frutta e verdura rispetto alla carne e agli alimenti trasformati, include anche alcune raccomandazioni che potrebbero non essere così salutari.

 

ricetta falafel

Quali sono gli svantaggi di andare paleo?

Attenersi a una dieta paleo richiede di tagliare i principali gruppi alimentari tra cui latticini, cereali e legumi.

Tuttavia, ci sono molte prove che gli alimenti di questi gruppi hanno benefici per la salute che potresti finire per perdere.

Ad esempio, tagliare cereali e latticini può significare una diminuzione dell’assunzione di fibre, vitamina D, calcio, vitamine del gruppo B e ferro. (3)

Due aree di particolare preoccupazione per gli scienziati sono la mancanza di calcio e vitamina D, entrambi necessari per ossa sane.

La dieta paleo riduce l’assunzione di calcio mentre aumenta l’assunzione di proteine, che incoraggia un’ulteriore perdita di calcio nelle urine. Nel frattempo, la dieta paleo esclude quasi totalmente la vitamina D dietetica.

Di conseguenza, potresti essere a più alto rischio di problemi di salute delle ossa come la demineralizzazione e l’osteoporosi. (3)

Inoltre, potrebbe esserci un difetto nella teoria generale dietro la dieta paleo. I sostenitori della dieta basano i loro modelli alimentari su quelli dei nostri antenati paleolitici, ma la verità è che la loro dieta variava drammaticamente da regione a regione. (3) Come tale, è probabile che l’attuale dieta paleolitica fosse piuttosto diversa dalla versione moderna.

Inoltre, come abbiamo già discusso, andare paleo significa tagliare diversi gruppi alimentari importanti. Questo può rendere una dieta difficile da seguire a lungo termine.

La dieta paleo è sostenibile e conveniente?

Istintivamente, una dieta che si concentra su cibi che puoi “cacciare e raccogliere” ed evita cibi ultra trasformati sembra essere una scelta positiva per l’ambiente.

Tuttavia, sfortunatamente non è così.

Uno studio affascinante ha confrontato la dieta paleo con altre tre: la dieta mediterranea, la dieta atlantica dell’Europa meridionale e le linee guida dietetiche spagnole. (6)

Ha scoperto che tutte le diete erano di alta qualità nutrizionale (la dieta paleo aveva il punteggio più alto qui).

Tuttavia i ricercatori hanno notato che una dieta paleo era troppo costosa per essere accessibile ai consumatori a basso reddito. Ha stimato il costo della dieta a circa € 8,60 al giorno, che è circa il doppio del costo delle altre diete.

Inoltre, la dieta paleo aveva la più grande impronta di carbonio, a circa 5,44 kg per persona al giorno. Questo è quasi il doppio dell’impatto ambientale della dieta mediterranea, 1,5 volte superiore alla dieta dell’Atlantico sud-orientale e 1,7 volte quello delle linee guida dietetiche spagnole.

I ricercatori hanno attribuito l’alto impatto ambientale al maggiore apporto di carne e pesce raccomandato nella dieta paleo. Rispetto a più diete a base vegetale, ciò si traduce in una maggiore impronta di carbonio a causa della grande quantità di risorse necessarie per produrre carne e pesce.

 

come fare la barretta di frutta

La dieta paleo: il verdetto

Ci sono diversi argomenti convincenti per suggerire che la dieta paleo potrebbe essere un’opzione sana. Tra questi ci sono gli studi che abbiamo menzionato sopra che dimostrano che lo scambio con una dieta paleo può avere un effetto positivo sul rischio di diabete e malattie cardiache.

Tuttavia, la dieta paleo non è l’unica che può offrire tali benefici.

Per esempio. La
dieta mediterranea
offre anche un rischio ridotto di diabete e malattie cardiovascolari (tra gli altri come il cancro, l’Alzheimer e il Parkinson). (7)

Tuttavia, la dieta mediterranea è molto meno restrittiva della dieta paleo. Forse come risultato di questo, molte persone trovano molto più facile rimanere a lungo termine.

Vale anche la pena considerare l’alto costo e l’impronta di carbonio della dieta paleo. Entrambi sono circa il doppio di quelli della dieta mediterranea.

In termini di nutrizione, abbiamo visto sopra che gli scienziati hanno indicato l’alta qualità nutrizionale della dieta paleo. Ma alcune domande importanti – come gli effetti a lungo termine di una possibile carenza di vitamina D e calcio – sono ancora senza risposta.

Inoltre, l’elevata assunzione di carne rossa in particolare può metterti a più alto rischio di malattie cardiovascolari a causa dei loro alti livelli di grassi saturi.

Oltre a tutto questo, l’idea che l’intera teoria della “dieta dell’uomo delle caverne” possa effettivamente essere errata. La dieta dei nostri antenati ha poca somiglianza con la versione moderna del paleo e varia in base alla geografia.

Dovresti andare su paleo?

A Erbology, abbiamo esaminato le prove per trarre le nostre conclusioni sulla dieta paleo.

Mentre sembra essere una dieta abbastanza sana per alcuni aspetti, è probabile che questo sia dovuto ad alcuni elementi della dieta – in particolare tagliare gli alimenti trasformati e mangiare più frutta e verdura – rispetto alla dieta nel suo complesso.

Non c’è motivo, ad esempio, per cui non potresti apportare quelle modifiche alla tua dieta normale senza perdere importanti gruppi di alimenti come cereali integrali e legumi.

L’idea che dovremmo mangiare come i nostri antenati non regge a molto scrutinio, dato che le loro diete erano varie a seconda di dove vivevano. Inoltre, in realtà non sappiamo che erano più sani per seguire questa dieta. Potrebbero semplicemente aver mangiato tutto ciò che era disponibile!

Quindi, piuttosto che porre severe restrizioni alla tua dieta per essere più sano, ti consigliamo di apportare modifiche semplici e facili a cui puoi attenerti a lungo termine.

Le cose migliori per iniziare sono ridurre la carne rossa e lavorata e gli alimenti ultra trasformati. Quindi, aumenta l’assunzione di frutta, verdura e cereali integrali. È probabile che rimarrai con questi cambiamenti molto più a lungo – e quindi vedrai maggiori benefici per la salute – che mangiando come un uomo delle caverne!

Letture correlate

Sign up to Erbology updates and get a surprise.

By subscribing you agree to our Terms and Privacy Policy.

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup