Erbology
Benefici e usi di Ashwagandha

Benefici e usi di Ashwagandha

Team ErbologyErbology

Ashwagandha è un potente adattogeno e uno dei più importanti nella tradizione di guarigione ayurvedica. Quali sono i benefici dell'ashwagandha?

June 15, 2020 10:00 am

Cos’è l’ashwagandha?

Aswagandha, noto anche come ciliegia invernale indiana o ginseng indiano, è il re delle erbe ayurvediche. Nonostante il nome, in realtà non è legato al ginseng che conosciamo e amiamo. Sebbene i due condividano la capacità di energizzarci, sono piante completamente diverse.

La pianta di ashwagandha ha una bellezza sobria, con le sue foglie giallo-verdi e bacche arancioni brillanti. Sembra che sarebbe a casa in un giardino del Regno Unito, ma in realtà proviene dall’India e dal Nord Africa. Il suo nome deriva dalle parole sanscrite per cavallo (‘ashwa’) e odore (‘gand’); i primi utenti pensavano che avesse un soffio di equino a riguardo!

Il nome latino, Withania somnifera tuttavia, ci dà più di un indizio sulle proprietà medicinali dell’ashwagandha. Mentre “withania” si riferisce semplicemente alla famiglia delle piante, “somnifera” si traduce in “che induce il sonno”.

Al giorno d’oggi, è coltivato in molti climi in tutto il mondo. Quando si tratta delle proprietà curative dell’ashwagandha, siamo principalmente interessati alla radice. Tuttavia, le foglie, le bacche e i semi possono essere utilizzati anche per vari altri scopi medicinali.

Ashwagandha appartiene al ramo ringiovanente dell’Ayurveda, noto come Rayasana. Questo ramo si occupa di alimenti, erbe e pratiche che ricostruiscono e ripristinano.

Gli scienziati hanno identificato steroidi vegetali speciali in ashwagandha che hanno collegato ai suoi poteri curativi. Questi sono chiamati withanolidi e si pensa che siano efficaci contro lo stress. (1)

Come con molti rimedi a base di erbe, sono necessarie ulteriori ricerche scientifiche per sostenere la conoscenza tradizionale dell’ashwagandha. Tuttavia, molti scienziati hanno studiato l’ashwagandha e hanno fornito alcune intuizioni piuttosto interessanti.

 

Ricetta insalata di finocchi

Ashwagandha può ridurre l’ansia e ridurre la depressione

Mentre sono spesso collegati tra loro, ansia e depressione non sono la stessa cosa.

L’ansia si riferisce a un ampio gruppo di condizioni di salute mentale, mentre la depressione si riferisce a una singola malattia. I sintomi della depressione includono bassa energia continua, difficoltà a prendere decisioni, bassa fiducia in se stessi e impazienza con gli altri.

Ansia e depressione sono entrambe risposte interne allo stress esterno. Lo stress è inevitabile, ma possiamo influenzare il modo in cui rispondiamo ad esso. Ashwagandha può essere di qualche utilità qui.

Ad esempio, nel sondaggio su 75 persone con ansia, il gruppo che assumeva ashwagandha aveva una diminuzione dei sintomi di ansia di circa il 56,5%. (2) Questo è significativamente più di quanto riportato dal gruppo di controllo.

Un altro studio ha anche scoperto che l’ashwagandha avvantaggia i neurotrasmettitori cerebrali. I neurotrasmettitori trasmettono messaggi nel cervello e i problemi con loro contribuiscono all’ansia e alla depressione.

Ci sono anche prove che l’ashwagandha può migliorare il sonno. Le persone con ansia e depressione spesso riportano difficoltà con il sonno povero e può esacerbare i loro sintomi. (3) Quindi, avere un modo sicuro e naturale per incoraggiare delicatamente un sonno migliore è estremamente utile nel trattamento di questi disturbi.

Un altro studio ha confrontato l’ashwagandha con un diffuso antidepressivo farmaceutico nel trattamento della depressione clinica. I trattamenti hanno avuto risultati comparabili. (4)

Sebbene incoraggianti, ci sono alcuni avvertimenti a questi risultati. Molti dei risultati dovrebbero essere replicati su una scala più ampia prima che la comunità scientifica li consideri conclusivi.

Inoltre, alcuni degli studi sono stati eseguiti con composti specifici isolati dall’ashwagandha. Nel frattempo in Ayurveda e medicina naturopatica, l’intera pianta tende ad essere utilizzata in quanto si pensa che sia un rimedio più olistico.

Tuttavia, questo tipo di ricerca è uno strumento molto utile per capire come l’ashwagandha potrebbe funzionare nel contesto del mondo moderno.

Ashwagandha beneficia la nostra risposta allo stress

Ashwagandha lavora anche direttamente sullo stress.

La nostra normale risposta allo stress può diventare stress cronico se è continua e prolungata. Lo stress cronico può portare a qualsiasi numero di problemi a lungo termine, comprese le carenze cognitive.

Come abbiamo discusso nel nostro articolo sui benefici per la salute degli adattogeni in generale, l’ormone dello stress, il cortisolo, svolge un ruolo importante nell’innescare la nostra risposta “lotta o fuga” in tempi di stress. Nel contesto di un pericolo reale, il cortisolo è incredibilmente utile, permettendoci di reagire efficacemente quando siamo minacciati.

Tuttavia, in questi giorni lo stress è più probabile che sia causato da un improvviso afflusso di lavoro piuttosto che da un predatore nascosto. Pertanto, la risposta “lotta o fuga” non è così utile.

Se siamo in grado di ridurre il rilascio di cortisolo, riduciamo anche la forza della risposta “lotta o fuga”. Questo ci dà più energia per concentrarci sul ripristino di noi stessi.

Uno studio che ha esaminato le persone che soffrono di stress cronico ha scoperto che l’assunzione giornaliera di ashwagandha riduce sia la concentrazione di cortisolo che i sentimenti di stress. (5) Un altro studio conferma questi risultati. Ashwagandha beneficia della resistenza allo stress, che a sua volta migliora la nostra qualità della vita. (6).

Letture correlate

 

ricetta raita

Ashwagandha può ridurre l’infiammazione

L’infiammazione è simile allo stress in quanto è una normale risposta fisica. Quando subiamo una lesione o una malattia, molti globuli bianchi si precipitano a combattere gli agenti patogeni invasori.

Tuttavia, a volte non c’è in realtà alcuna minaccia per il corpo, ma l’infiammazione continua. I globuli bianchi iniziano a colpire i tessuti sani, producendo infiammazione cronica.

Come lo stress cronico, può portare a malattie come malattie cardiache e ictus, tra gli altri.

Diversi studi esaminano come l’ashwagandha beneficia dell’infiammazione. In tutti gli studi, i segni di infiammazione si sono ridotti dopo l’assunzione di ashwagandha. (7) Un altro studio rileva anche che l’ashwagandha funziona efficacemente contro il dolore. (8)

Ashwagandha può rendere il tuo cuore più forte

Uno studio su 40 partecipanti normali e sani ha esaminato l’ashwagandha per la salute del cuore. I ricercatori hanno utilizzato una serie di misurazioni per esaminare la salute cardiaca dei partecipanti e hanno scoperto che l’ashwagandha ha beneficiato di velocità, potenza e consumo di ossigeno. (9)

Anche prima di attirare l&#